Corsi di Calligrafia

con Chen Li - conclusi

Scritte per usi commerciali, pubblicitari o personali





Segni Tracce Scritture, Milano, Fondazione Prada, 2017

L'insegnamento è una forma di amore.

A cura di Chen Li, artista e calligrafa professionista di origine cinese.

“[…] Ma non è una serenità rilassata che il calligrafo deve conseguire; piuttosto una serenità infusa di energia. È l’unione completa di energia fisica e mentale.”
Da “Il calligrafo” di Todd Shimoda

Attraverso l’uso di strumenti naturali si tracceranno segni liberi, senza significato semantico. Impareremo ad osservare le diverse dimensioni e trame della carta e ad organizzare i segni tra pieni e vuoti per rendere visibile la nostra energia vitale. 
http://www.chenli.it/arte-chenli-fondprada17.html

http://www.fondazioneprada.org/accademia-dei-bambini/


ALTRI CORSI DI CALLIGRAFIA - conclusi

Lavorare con la scrittura in maniera creativa, liberatoria e con un approccio artistico, nel senso che è mirato all’espressione personale, è una formula che funziona. Funziona come momento di aggregazione. Funziona come scoperta di sé, delle proprie potenzialità. Si acquisisce quella sicurezza che in altre discipline è più difficile perché più teoriche. Perché attraverso la scrittura ci si riappropria dell’uso del corpo. Si usano le mani, e si scopre che sappiamo ottenere con esse e dei semplici strumenti che ci fornisce la quotidianità (pezzetti di legno, rametti, foglie, sassi, conchiglie) cose bellissime. Il passato torna in un attimo con tutta la sua forza a raccontare che i nostri padri e i nostri antenati avevano già scoperto la comunicazione. La pratica della calligrafia permette di comprendere meglio il passato e il presente. La forma della scrittura è collegata alla cultura di un paese, è termometro di uno stato d’animo. Entrare in sintonia con la scrittura e farla propria ci mette in contatto diretto con una cultura visivamente, non solo a livello cosciente, bensì anche a livello emotivo. A quel punto, si può tornare a usare la tecnologia con più padronanza, perché il nostro occhio ha visto cose nuove, abbiamo sentito una nuova energia che non sapevamo di avere. Finalmente capiamo che il computer è un mezzo potentissimo, ma solo un mezzo e siamo noi a decidere come farlo lavorare. Infine: la multiculturalità è una risorsa per combattere la ormai celebre omologazione. Omologazione delle mode, dei gusti, dell’arte, del pensiero: un viaggio senza muoversi da casa, un rimettersi in gioco quotidiano. Chen Li 2006 

Riscoprire l'Onciale

corso sulla scrittura onciale

WHEN: 2016 April 2-3 WHERE: TURIN, CORTILE DEL MAGLIO, VIA ANDREIS 18 INT. 18/E INFO: chenli@chenli.it Uncial is an interesting simple style for beginners. Dated 3rd-8th century A.D. its rounded form can be very ancient and satisfying, but if you are curious, you can try the new ways to make it contemporary using unusual tools.

Corsivo, Torino, 21-22 gennaio 2017

corso sul corsivo

corso per principianti e/o per chi vuole imparare i principi della scrittura corsiva, con particolare attenzione alla scrittura Rotonda e al corsivo di origine francese.
DOVE: Torino, cortile del maglio, via Andreis 18 int. 18/E QUANDO: 21-22 gennaio 2017 - 9,30-13,30 e 14,30-18.30 info e iscrizioni: chenli@chenli.it

Breve resoconto: sabato 21 e domenica 22 il corso di calligrafia corsiva ispirato alla tonda e al corsivo italiano. Un piccolo gruppo eterogeneo di insegnanti, professionisti, semplici curiosi, terapeuti, appassionati di scrittura e di lettura. Un bel gruppo dove ognuno ha ricercato la propria strada, con umiltà e grande lavoro. La corsiva ha incuriosito e unito con obiettivi diversi ma intensamente, per due giorni pieni di sorprese e bellezza.

Leggibile o non leggibile? 2008 Torino 

corso leggibile o non leggibile

Chen Li, Torino, 2008 È la tipica domanda che il calligrafo si pone prima o poi. La leggibilità per un testo è importante per la trasmissione del messaggio, ma è un valore della cultura tipografica. Ma cosa significa leggibile? Distinguere le singole lettere o penetrare il messaggio in maniera profonda?

È uno degli ultimi corsi che ho tenuto alla mia associazione Dal Segno alla Scrittura, in cui sono stata attiva sostenitrice dal 1995.

Scrivere con il pennello, 
2017 Febbraio Torino

corso con il pennello

corso rivolto a grafici e disegnatori per sperimentare con il pennello a punta tonda e lettering attuale e personalizzato per studenti, insegnanti, con dimestichezza nell'uso del pennello. Scuola internazionale di Comix, Torino, febbraio 2017

Laboratorio di calligrafia e segno al Museo Mazzetti - Asti

laboratorio di calligrafia a Palazzo Mazzetti

Durante la mostra di arte cinese a Palazzo Mazzetti a cura di Riccardo Cordero ho proposto un laboratorio per i bambini sul segne e la scrittura a bambini della scuola primaria per avvicinarci alla scrittura e al fare arte calligrafica.

Rustica e Quadrata,2005 Torino

laboratorio sulla scrittura rustica, calligrafia

Libro Oggetto Calligrafico 2006

laboratorio sul libro oggetto calligrafico

Alfabetonatura 2010-2011, Torino

corso alfabetonatura ceramica e calligrafia

calligrafia e ceramica, Torino - by Chen Li and Maria Teresa Frizzarin - Lugano

Alfabetonatura 2012-2013 - Torino

corso alfabetonatura ceramica e calligrafia

calligrafia and ceramica, Torino - di Chen Li e Maria Teresa Frizzarin - Torino

Alfabetonatura 2015 - Torino

corso alfabetonatura ceramica e calligrafia corso alfabetonatura ceramica e calligrafia corso alfabetonatura ceramica e calligrafia

calligrafia+ceramica, Torino - con Chen Li e Maria Teresa Frizzarin
Si può unire la scrittura e la calligrafia, che nascono per uno spazio bidimensionale alla terra, all'argilla, che ama essere toccata dalle mani, che ama il calore? Con questo piccolo laboratorio Chen Li, calligrafa e artista e Maria Teresa Frizzarin, ceramista e artista propongono una sperimentazione che coinvolge l'intera persona, mente e cuore e che spesso spezza barriere. Per far entrare la visione nella terza dimensione.

Scrivere con il pennello, Lugano (CH) 2013

laboratorio con il pennello in Ticino

Lugano - Ospite dell'associazione calligrafica di Lugano, ho proposto un corso sperimentale con il pennello e le diverse possibilità della scrittura sperimentale.

Image+calligraphy 2016 - Venice

laboratorio calligrafia e immagine a Venezia

La storia e l'evoluzione della scrittura fa parte della calligrafia e del lettering. Usiamo gli stili storici di calligrafia con gli strumenti giusti e con gli strumenti atipici.
Ancora una volta. Il progetto è unire il segno calligrafico e la scrittura a un'immagine, un disegno, un'illustrazione, come nei libri d'artista, nei quaderni di viaggio.
ARTIsm3160 in San Marco 3160.

La danza del pennello, Venezia 2012

laboratorio con il pennello a Venezia, Scuola internazionale di Grafica

corso rivolto a grafici e disegnatori per sperimentare con il pennello a punta tonda e lettering attuale e personalizzato per gli studenti e gli insegnanti,per affrontare il re degli strumenti da scrittura. 
Scuola Internazionale di grafica di Venezia. A cura di Kathy Frate

Corsi di calligrafia - relazioni

Chen Li
Esperienze di lavoro con bambini, ragazzi delle medie e con gli adulti.

1) Con le civiche biblioteche Torinesi
, in particolare con la biblioteca Aurora, si è organizzato un corso dedicato ai bambini delle scuole elementari della Circoscrizione 7. I bambini erano di età variabile dai 6 ai 7 anni, al primo anno di elementari. Ho preferito iniziare con bimbi che conoscevano la scrittura poco, perché ho applicato un approccio tipo gioco, dal segno, dal disegno (in un primo incontro di un paio d’ore, eccezionale per l’età) alla scrittura nel secondo incontro. I risultati sono stati molto buoni: a quest’età i bimbi non si pongono molti problemi, hanno ancora un buon equilibrio corpo-mente. Oserei dire che hanno coscienza di fare bene, non sprecano inutilmente tempo a vergognarsi di non saper fare. Copiano gli esempi inventando un universo parallelo, che assomiglia vagamente al modello, ma lo arricchisce di contenuti sorprendenti per noi adulti. Le maestre e le responsabili della biblioteca sono state parte integrante del buon risultato dell’esperimento. La loro preparazione ad affrontare le esigenze dei bambini, la loro accoglienza calorosa hanno reso il “lavoro” un gioco interessante, dove era bello sporcarsi ancora, come all’asilo. La vitalità che si legge in queste piccole grandi opere ripaga di ogni fatica l’insegnante.
Infine: ritengo importante iniziare la calligrafia da piccoli per poter vedere subito che cosa si può fare con le proprie mani, che anche altre persone sono in grado di fare cose belle con strumenti e con le mani, non solo con il computer. I segni non devono essere necessariamente immediatamente leggibili: l’importante è che abbiano una loro coerenza, un loro ritmo, in modo che nel passaggio dal segno alla scrittura questa armonia sia ormai acquisita.


2) Relazione finale su attività svolta nella scuola media inferiore “Croce Morelli” a indirizzo sperimentale, Torino (Circoscrizione 7)

Premessa

L’esperienza in questa scuola con questi ragazzi, sia di prima, sia di terza e con gli insegnanti è stata un incontro molto importante.
Primo perché ho potuto lavorare in un contesto multiculturale dove la ricchezza delle esperienze individuali e del bagaglio culturale di diversa provenienza è un arricchimento collettivo.
Secondo perché lavorare con la scrittura in maniera creativa, liberatoria e con un approccio artistico, nel senso che è mirato all’espressione personale, è una formula che funziona.
Funziona come momento di aggregazione. Funziona come scoperta di sé, delle proprie potenzialità. Si acquisisce quella sicurezza che in altre discipline è più difficile perché più teoriche. Perché attraverso la scrittura ci si riappropria dell’uso del corpo. Si usano le mani, e si scopre che sappiamo ottenere con esse e dei semplici strumenti che ci fornisce la quotidianità (pezzetti di legno, rametti, foglie, sassi, conchiglie) cose bellissime. Il passato torna in un attimo con tutta la sua forza a raccontare che i nostri padri e i nostri antenati avevano già scoperto la comunicazione. La pratica della calligrafia permette di comprendere meglio il passato e il presente. La forma della scrittura è collegata alla cultura di un paese, è termometro di uno stato d’animo. Entrare in sintonia con la scrittura e farla propria ci mette in contatto diretto con una cultura visivamente, non solo a livello cosciente, bensì anche a livello emotivo. A quel punto, si può tornare a usare la tecnologia con più padronanza, perché il nostro occhio ha visto cose nuove, abbiamo sentito una nuova energia che non sapevamo di avere. Finalmente capiamo che il computer è un mezzo potentissimo, ma solo un mezzo e siamo noi a decidere come farlo lavorare.
Infine: la multiculturalità è una risorsa per combattere la ormai celebre omologazione. Omologazione delle mode, dei gusti, dell’arte, del pensiero: un viaggio senza muoversi da casa, un rimettersi in gioco quotidiano.

3) Lo stesso tipo di approccio applicato agli adulti, nella ricerca del segno, ha dato lo stesso ottimi risultati. Non è necessario avere una bella scrittura per fare calligrafia, occorre ricominciare, come da piccoli a scoprire noi stessi, le nostre mani, le cose che amiamo. Partiamo dalla nostra esperienza di vita, dal nostro bagaglio culturale e l’unico lavoro difficile che dobbiamo affrontare è non avere paura di sbagliare. Al resto deve pensare un buon insegnante.

Chen Li

FAQ

Infine, un questionario che mi hanno sottoposto delle studentesse francesi via e-mail e le mie risposte, che possono spiegare un po’ qualcosa della calligrafia:
> pensa che la scrittura abbia un legame importante con la lingua parlata? cioè che uno agisce sull'altro...
Sicuramente la scrittura e la cultura sono un tutt'uno, chi ama la parola la ama in ogni modo: parlata, scritta, cantata, letta, e la forma della parola è la rappresentazione di uno stato d'animo (attitude)
> pensa che la calligrafia attuale sia un ritorno semplice alla calligrafia di qualche secolo fa?
Per alcune persone il piacere della scrittura si esaurisce con lo scoprire la storia e le forme storiche delle lettere, per altri questo non è sufficiente e si provano a cambiare le regole storiche per dare alle lettere una vita nuova, attualizzarle.
> qual è la differenza tra il ruolo della calligrafia di prima e il ruolo di quella di oggi?
Una volta si doveva per forza scrivere e scrivere bene, altrimenti non esisteva comunicazione. Oggi grazie al computer e agli altri media, la scrittura è diventata un optional e così la calligrafia, ma tante persone sono sensibili alla calligrafia, anche se non è più necessaria, perché desiderano recuperare quella parte di umanità che tutti noi amiamo. La calligrafia ha una nuova funzione, comunicare l'interiorità e non solo essere funzionale. Trovo che sia un mezzo espressivo completo, una forma d'arte ancora in evoluzione, basata sul segno e la composizione e il contenuto che porta con sé.

Copyright © chenli.it 2019



© Copyright 2019 Chen Li Studio 陈莉 - All rights reserved.